La mancanza di personale qualificato è un dato di fatto 2018-08-09T19:16:35+00:00

La mancanza di personale qualificato è un dato di fatto

Secondo l’Associazione degli ospedali svizzeri, in Svizzera mancano fino a 3.450 infermieri all’anno. Attraverso la formazione e lo studio vengono coperti solo i due terzi dei fabbisogni annuali.

La quota di personale infermieristico non svizzero varia a seconda delle regioni: il Lago di Ginevra ha una quota del 53,7%, il Ticino del 49,4% e nell’entroterra del 18,4%. Zurigo, la città più grande della Svizzera, ha una quota straniera del 39,4%. La Svizzera solo pochi anni fa era una meta ambita per infermieri provenienti Germania e dalla Polonia, oggi l’immigrazione da questi paesi si è più che dimezzata.

Inoltre, l’attività lavorativa di un infermiere ha, per statistica, una durata media di sette anni. Ne consegue non solo una carenza generale di personale ma anche un tempestivo abbandono del lavoro da parte del personale qualificato. Pertanto, il sistema sanitario svizzero affronta sfide analoghe come in Germania, che presenta una carenza di infermieri specializzati da oltre trent’anni.

Il progetto "svizzera, arrivo!" rende possibile il reclutamento da parte di strutture di assistenza sanitaria svizzere, di personale qualificato proveniente dall’Italia.